Ad Aristanis per monumenti aperti potrete ammirare quell’albero simbolo di libertà, futuro e prosperità.

È una bella mattina ad Aristanis oggi. Si, un bel sabato mattina. Mi sono svegliato presto, come raramente succede di sabato, perché oggi è un giorno importante, simbolicamente importante per due ragioni. Per la prima volta riaprirà al pubblico, in occasione di monumenti aperti, la vecchia reggia giudicale. Proprio quello spazio che per diversi secoli…

I simboli di libertà non si possono cancellare

La chiesa di Santa Maria ad Aristanis è stata sicuramente uno di più emozionanti esempi di architettura gotico/romanica in Sardegna. Simbolo massimo della grandezza del giudicato di Arborea e della prosperità delle sue genti. Tuttavia di tale meraviglia non rimane granchè se si escludono alcune cappelle gotiche conservatesi miracolosamente nell’attuale struttura. Chiunque di voi provasse…

Politiche di sviluppo: meglio gassificare carbone o sviluppare apps per gli smartphone?

Ecco, finalmente, un buon esempio di come si può fare sviluppo locale. Prendano appunti gli esperti di politiche industriali che da 50 anni imperversano nella nostra terra a sperperare risorse pubbliche per regalarle all’amico di turno, che si chiami Rovelli, Moratti, Alcoa, Carbosulcis, ENI o Tirrenia poco importa. Se lo scrivano bene nei loro taccuini:…

Infrastrutture strategiche: ecco gli interventi del ministro Passera che cambieranno il volto della Sardegna

Il ministro Corrado Passera fa sul serio e di recente ha inaugurato un portale web, cantieri Italia, dove è possibile prendere visione delle infrastrutture strategiche che lo stato italiano sta realizzando nel proprio territorio. Un momento di trasparenza e di comunicazione istituzionale che merita attenzione. Il banner che introduce il sito parla chiaro: “sarà possibile capire,…

Stato italiano, carceri e futuro della sardegna

Arriverà in questi giorni il ministro Severino per controllare le ragioni della non ultimazione di due strutture carcerarie di Cagliari e Sassari. Divertente questa cosa, veramente divertente. Il piano carceri varato dallo stato italiano nel 2009 prevedeva la costruzione di 8 istituti carcerari di cui ben 4 nel nostro territorio. Investimenti seri, circa 200 milioni…